ERIKA, sicurezza e fortuna

Pianta sempreverde, dai fiori bianchi e rosa, capace di crescere nel luoghi più impervi. La sua resistenza e la possibilità di incontrarla in luoghi isolati, la lega alla figura dell’eremita o di personaggi schivi, che si isolano e cercano la solitudine.

E’ considerata una pianta di protezione e porta fortuna, spiana la strada ad una relazione felice e proficua.

E’ sconsigliato addormentarsi ai suoi piedi, l’ Erika è considerata un portale per il mondo dei morti e una delle dimore delle fate, quindi si rischia di essere rapiti o di perdersi in altri mondi.

Calluna vulgaris richiama la fortuna. In particolare ci spinge ad un atteggiamento sicuro e fiducioso, atto a richiamare ciò che desideriamo, la nostra fortuna, limitando i dubbi e le incertezze che ci fanno deviare dal nostro percorso.

Per entrare in connessione con lo spirito dell’Erika, scegliamo Asana che ci donino stabilità emotiva, vitalità e radicamento, risvegliando le energie dei primi Chakras.

Buona pratica.

Nanaste, Enrica.

SCHIENA: FLESIBILITA’ E POSTURA

Gennaio 2020, continuiamo a prenderci cura del nostro corpo, dopo la pratica DETOX e la pratica per le GAMBE, ora ci occupiamo della nostra SCHIENA.

Questa settimana la pratica sarà incentrata su Asana specifiche per rendere la schiena flessibile.

Porteremo particolare attenzione alla POSTURA ed al benessere della colonna vertebrale.

Vedremo come ritrovare una postura eretta e limitare i danni di una vita sedentaria.

La colonna vertebrale rappresenta il pilastro che ci sorregge ed è sede di uno dei canali energetici principali. Imparare a muoverla in maniera corretta, con attenzione e consapevolezza, durante tutto il giorno, aiuta a ridurre i disturbi dovuti a posture scorrette.

Buona pratica.

Namaste, Enrica

GAMBE FORTI E LEGGERE CON LO YOGA

Gennaio 2020, il mese dei nuovi inizi e dei buoni propositi.

Abbiamo ripreso la scorsa settimana con una PRATICA DETOX, pensata per eliminare le tossine accumulate durante le feste, continuiamo ora con una pratica dedicata alla salute ed al benessere delle nostre gambe.

Le lezioni della terza settimana di gennaio sono dedicate alle nostre gambe. Vedremo come renderle forti, toniche, flessibili e leggere.

Uno stile di vita sedentario può causare pesantezza, gonfiore, ritenzione di liquidi.

Vedremo questa settimana le Asana che ci possono aiutare a prenderci CURA DELLE NOSTRE GAMBE

Buona pratica.

Namaste, Enrica

YOGA DETOX gennaio 2020

A grande richiesta… Riprendiamo le lezioni di gennaio con una pratica pensata per porre rimedio agli sgarri natalizi.

Chi più, chi meno, durante le feste tendiamo ad eccedere con il cibo, in particolare dolci, ci concediamo qualche aperitivo in più con gli amici, dedichiamo meno tempo alle attività fisiche.

Ecco che a gennaio è necessario correre ai ripari!

Ovviamente la prima cosa da fare è cambiare alimentazione, scegliendo cibi sani e leggeri, poco lavorati, preferendo verdura e frutta, eliminando (almeno per un periodo) dolci, bibite, alcolici.

Possibilmente preparando i propri pasti in casa, seguendo una dieta bilanciata (non fai da te!).

Ovviamente anche l’attività fisica è fondamentale, e chi non ha tra i buoni propositi per l’anno nuovo l’iscrizione in palestra? Perfetto. Poi però in balestra bisogna andarci 🙂

Quando ci siamo salutati prima della pausa natalizia, mi avete chiesto una pratica detox per gennaio. Ed ora è il momento.

Fondamentali le torsioni nella pratica di questa settimana. Le torsioni stimolano la digestione, attivano stomaco, fegato, cistifellea, pancreas ed intestino. Tutta la zona addominale viene massaggiata, inoltre si attivano i canali energetici principali: Ida, Pingala e Sushumna.

Le torsioni sono perfette per eliminare tossine e sostanze stagnanti, richiamando ossigeno e sangue verso gli organi addominali.

Buona pratica, e se volete altri consigli potete leggere 5 SUGGERIMENTI PER TORNARE IN FORMA e YOGA E ALIMENTAZIONE

Namaste, Enrica.

Golf & Yoga

CONCENTRAZIONE, VISUALIZZAZIONE E PENSIERO POSITIVO

Se avete provato il golf anche solo una volta, sapete quanto siano importanti.

Forse non sapete che lo YOGA può aiutarvi con il golf (e altri sport 😉 ).

La pratica dello Yoga aumenta mobilità, energia fisica e mentale, flessibilità, forza, equilibrio psicofisico.

Lo yoga è fondamentale per chi vuole curare postura, allineamento e sviluppare un movimento fluido ed armonioso. Il lavoro posturale aiuta ad avere una migliore percezione del corpo nello spazio, rinforza addominali e dorsali, preservando la salute della colonna vertebrale.

Le Asana (posizioni) stimolano l’equilibrio, aiutano a trovare stabilità e radicamento a terra, una base solida sulla quale costruire il movimento. Le posture specifiche per l’equilibrio inoltre aiutano a ritrovare concentrazione e stabilità mentale, lavorando sulla connessione mente – corpo.

Le posizione statiche sono benefiche per tendini, muscoli ed articolazioni, sviluppano stabilità, mentre le sequenze dinamiche rendono il corpo flessibile, armonioso e l’ampia gamma di movimenti aiuta a prevenire gli infortuni e migliorare la coordinazione.

Durante la pratica movimento, posizione e respiro sono fortemente connessi, questo aiuta a sincronizzare movimento e respiro anche in campo, migliorando la gestione delle proprie risorse energetiche durante attività prolungate.

Ma lo yoga non è solo movimento. Le tecniche PRANAYAMA, insegnano a veicolare l’energia ed ad acquisire la consapevolezza del respiro. Gestire la respirazione aiuta a calmare la mente, ridurre stress ed ansia, aumentare la concentrazione ed eliminare le distrazioni esterne, migliorando la prestazione sportiva, soprattutto in gara, quando le pressioni esterne sono maggiori.

Ogni persona è differente e per godere al meglio dei benefici dello YOGA PER LO SPORT sarebbe opportuno valutare con l’insegnante le proprie esigenze e creare un percorso specifico, creato su misura, magari con delle LEZIONI PRIVATE.

Buona pratica.

Namaste, Enrica

NOCCIOLO, saggezza interiore

Il nocciolo simboleggia la saggezza interiore, in particolare con il frutto racchiuso nel guscio, ci ricorda di dar valore a ciò che è custodito all’interno.

Per i Celti la nocciola è il cibo degli dei. In Irlanda chi veniva scoperto a danneggiare o abbattere noccioli e meli rischiava una condanna a morte.

I ramoscelli di nocciolo venivano utilizzati per creare le bacchette magiche e dai rabdomanti per trovare acqua o oggetti.

Legato al mondo delle fate, si dice che due alberi di nocciolo che crescono vicini siano una porta tra i due mondi, umano e fatato.

Il nocciolo porta l’attenzione alla saggezza interiore di ognuno, ci insegna a distinguere tra conoscenza che si apprende con studio ed esperienza, e sapienza, che risiede in noi ed è custodita dai nostri Antenati.

Questa pianta ci spinge a volgere lo sguardo all’interno, chiedere ed attendere che le risposte affiorino. Per far questo è necessario isolarci dalle informazioni continue che riceviamo e ci distolgono dall’ascolto interiore.

Per la pratica yoga ispirata al nocciolo attiveremo Ajna, il sesto Chakra, sede del terzo occhio, e della nostra sapienza.

Buona pratica.

Namaste, Enrica

Yoga & alimentazione

PRATICHE DETOX ED ATTIVAZIONE DEL FUOCO ADDOMINALE

Lo Yoga è un insieme di tecniche sviluppatesi in seguito all’osservazione della realtà delle cose, dalla quale si traggono insegnamenti. Le pratiche sono svariate ed ognuno portando l’attenzione all’interno, ascoltando il proprio corpo e le proprie sensazioni può verificare di volta in volta quali sono le tecniche più adatte e i loro effetti. Lo Yoga si occupa del benessere della persona nella sua totalità, in questo anche l’alimentazione ha un ruolo fondamentale. Mangiare troppo e male porta ad un accumulo di tossine che altera il normale flusso energetico, generando disturbi che possono alla lunga divenire malattie. Nella scelta della dieta da seguire è necessario tenere sempre presente che le esigenze variano da persona a persona, bisogna inoltre tenere conto del clima, dell’attività svolta, dell’ambiente.

Colui che pratica lo Yoga senza moderazione nella dieta incorre in vari disturbi e non ottiene successo”

Gheranda Samhita

Benefici dello Yoga per lo sport

PERCHE’ INTEGRARE L’ATTIVITA’ SPORTIVA CON LA PRATICA YOGA

Nella disciplina dello Yoga sono presenti esercizi che consentono allungamento e tonificazione di muscoli e tessuti donando forza ed elasticità a tutto il corpo, le Asana(posizioni) infatti sono tantissime ed ognuna coinvolge pardi diverse con scopi ben precisi.

Con la pratica la muscolatura si rinforza, le articolazioni si stabilizzano, migliorando le prestazioni sportive e riducendo i rischi di infortunio.

Ma i benefici dello Yoga non sono solo fisici, si impara ad ascoltare il proprio corpo, a conoscere i propri limiti, a concentrare la mente su un obiettivo, questo permette una gestione ottimale delle proprie risorse energetiche e mentali.

Con le tecniche Pranayama si gestiscono i ritmi respiratori e le fasi di apnea, il controllo del respiro migliora l’ossigenazione e di conseguenza le performance fisiche e mentali, inoltre aiuta a calmare la mente e combattere gli stati di ansia pregara.

Buona pratica 🙂

Enrica

Riscoprire la femminilità

YOGA & PAVIMENTO PELVICO

La muscolatura del pavimento pelvico viene poco considerata, a volte se ne scopre l’esistenza sono in caso di gravidanza e parto, si tratta invece di una zona importantissima, sede della forza femminile, della sensualità e del 1° Chakra.

Si tratta della parte del corpo che poggia sul sellino della bicicletta, area che i pudori sociali hanno reso tabù, contribuendo alla mancata confidenza e consapevolezza personale.

Anatomicamente si tratta di fasce muscolari volontarie ed involontarie – a forma di 8, simbolo dell’infinito – che svolgono importanti funzioni:

mantengono in sede gli organi interni addominali, aiutano a mantenere una postura corretta, permettono o impediscono il passaggio di feci, urina , gas….. e del bambino durante il parto, amplifica il piacere durante i rapporti sessuali.

E’ importante mantenere questa muscolatura tonica ed elastica per evitare disagi che possono con il tempo degenerare in patologie.

Lo Yoga ci aiuta ad entrare in connessione con questa parte del nostro corpo, a percepirne la muscolatura e la forza fisica, a riconoscerla energeticamente come sede di autostima, accettazione di sé, forza creatrice.

Praticando Asana, Bhanda e Mudra specifici si allena la muscolatura, si attiva energeticamente e si entra in contatto con una parte profonda della femminilità. Le donne che intraprendono questo percorso di conoscenza godono di un cambiamento positivo riscoprendo forza ed energia, una nuova vitalità sessuale, maggiore autostima e sicurezza, un approccio sereno verso le diverse fasi della vita.

Un perineo sano migliora la vita di donne e uomini, purtroppo gli uomini trascurano questa zona anche più delle donne…….ma non è mai tardi per prenderne consapevolezza 🙂

Buona pratica

Enrica 🙂