Yoga & alimentazione

PRATICHE DETOX ED ATTIVAZIONE DEL FUOCO ADDOMINALE

Lo Yoga è un insieme di tecniche sviluppatesi in seguito all’osservazione della realtà delle cose, dalla quale si traggono insegnamenti. Le pratiche sono svariate ed ognuno portando l’attenzione all’interno, ascoltando il proprio corpo e le proprie sensazioni può verificare di volta in volta quali sono le tecniche più adatte e i loro effetti. Lo Yoga si occupa del benessere della persona nella sua totalità, in questo anche l’alimentazione ha un ruolo fondamentale. Mangiare troppo e male porta ad un accumulo di tossine che altera il normale flusso energetico, generando disturbi che possono alla lunga divenire malattie. Nella scelta della dieta da seguire è necessario tenere sempre presente che le esigenze variano da persona a persona, bisogna inoltre tenere conto del clima, dell’attività svolta, dell’ambiente.

Colui che pratica lo Yoga senza moderazione nella dieta incorre in vari disturbi e non ottiene successo”

Gheranda Samhita

Più sexy con il nostro corsetto naturale :-)

Ecco come conquistare e mantenere pancia piatta, vita sottile ed una postura eretta!

Lo Yoga ci aiuta anche in questo, con Asana specifiche possiamo modellare il nostro corpo e migliorare la salute della colonna vertebrale, eliminando i mal di schiena.

Stabilizzatori posturali della colonna vertebrale:

  • legamenti e dischi (passivi)
  • muscoli e tendini (attivi)
  • sistema nervoso (controlla spostamenti)

I muscoli superficiali della schiena rispondono ai carichi di peso e agli spostamenti del baricentro. Non stabilizzano i singoli segmenti. La forza muscolare è necessaria per il controllo di pesi, ma per la postura quotidiana è sufficiente il 10% della contrazione muscolare. Sono i muscoli profondi che stabilizzano i segmenti della colonna.

TRASVERSO ADDOMINALE

muscolo profondo, sotto al muscolo obliquo interno, collegato alle vertebre lombari e alla fascia toracolombare con funzioni posturali. Allenando questi muscoli si migliora il controllo sulla postura creando maggiore stabilità. Si attiva in coordinazione con il respiro ed il pavimento pelvico.

MULTIFIDO

Collegato al sacro e alle vertebre lombari basse controlla gli spostamenti posturali.

I fasci di muscoli addominali e dorsali superficialì circondano gli erettori spinali, il multifido e il quadrato dei lombi, contribuendo alla stabilità del tronco.

Riconoscere ed allenare questi muscoli aiuta a correggere la postura prevenendo dolori alla schiena, rende la pancia piatta senza contrarre eccessivamente i muscoli superficiali, sostenendo gli organi interni e lasciando libertà di movimento al respiro.

Buona pratica 🙂